La manifestazione nazionale di Forza Nuova, organizzata per celebrare i cento anni dalla nascita del fascismo, rappresenta una vergognosa provocazione alla città di Prato, medaglia d’argento al valore militare, e a tutti i cittadini toscani. Il corteo è contro la legge e in contrapposizione ai principi della Costituzione, nata dalla Resistenza e ispirata alla libertà e alla democrazia.
È notizia di questa mattina, inoltre, le minacce e gli insulti apparsi di fronte alle sedi di Prato dell’Anpi e del PD: il segno di un clima violento, che ci riporta agli anni più bui della nostra storia. La federazione provinciale del Partito Democratico di Pistoia esprime piena solidarietà nei confronti della presidente dell’associazione, Angela Riviello, e del Segretario provinciale PD, Gabriele Bosi. Siamo certi che non si faranno intimidire e, insieme, andremo avanti per difendere i valori in cui fermamente crediamo.
Oltre 12.000 persone hanno già firmato per chiedere che il corteo di Forza Nuova non venga autorizzato, perché è illegale e pericoloso. Noi uniamo la nostra voce e ribadiamo la più netta condanna al fasciamo per continuare a costruire una comunità accogliente e aperta al dialogo.