Comunicato stampa del Segretario provinciale del Partito Democratico, Pier Luigi Galligani, sulle elezioni comunali di Agliana e sulle dimissioni degli assessori: “Il Partito Democratico provinciale di Pistoia esprime la sua piena condivisione e il suo convinto sostegno alle posizioni espresse dal PD di Agliana e dagli assessori dimissionari a seguito della “rottura” che il sindaco Giacomo Mangoni ha prodotto all’interno dell’amministrazione comunale che guidava.

Il sindaco appare ormai come il braccio armato della destra, il “cavallo di Troia” della minoranza per prendersi il Comune di Agliana. Mangoni sta tradendo il mandato elettorale e i migliaia di cittadini che lo avevano eletto nel centrosinistra. Per questo la scelta degli ex assessori Fontana, Tonioni e Noligni, benché dolorosa, è stata inevitabile.

Qualche tempo fa l’inspiegabile licenziamento dell’assessore Massimo Vannuccini, poi la rinuncia improvvisa a partecipare alle primarie per le quali a fine anno aveva proposto la sua candidatura e poi l’abbandono dal partito che lo aveva fatto eleggere; infine il siluramento, senza alcuna spiegazione, dell’assessore Rino Fragai.

Per amministrare Agliana servono equilibrio e capacità di dialogo, doti che il sindaco ha pericolosamente smarrito per strada, iniziando, per rancore e vendetta personale, una guerra contro tutti che lo sta lasciando da solo. Così non fa il bene degli aglianesi e distrugge un’intera comunità.

A questo disegno ci opporremo con la forza della ragione e del buon senso e fin da ora vogliamo augurare un grande “in bocca al lupo” a Massimo Vannuccini, che si appresta a presentare le sue proposte di governo agli elettori aglianesi, con alle spalle un Partito Democratico unito, senza ambiguità, con la volontà di costruire con le altre forze civiche del centrosinistra che lo vorranno una coalizione per la futura guida del Comune di Agliana”.