Sarà Pistoia quest’anno ad ospitare la Festa regionale dell’Unità toscana. Dal 15 luglio al 7 agosto, ministri, sottosegretari, parlamentari, dirigenti, giunta regionale e amministratori locali saliranno sul palco della festa che si tiene in località Santomato e che sarà dedicata soprattutto ai temi del referendum costituzionale – a partire dal titolo “La Toscana che dice Sì” – e anche alla designazione di Pistoia a città capitale della cultura italiana 2017.

Alcune serate sono ancora in fase di definizione, ma sono già confermate le date dei ministri Maria Elena Boschi, a chiusura della festa il 7 agosto alle 21, Stefania Giannini (30 luglio), Dario Franceschini (4 agosto). Il segretario del Pd toscano Dario Parrini sarà a Santomato sabato 23 luglio, la vicesegretaria nazionale Debora Serracchiani il 6 agosto con il vicesegretario toscano Antonio Mazzeo e quello pistoiese Riccardo Trallori. Il presidente della Regione Enrico Rossi presenterà il suo libro il 20 luglio, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli sarà intervistato il 21. Il sottosegretario Luca Lotti sarà alla festa il 2 agosto, Pierluigi Bersani il 25 luglio alle 18.30, Matteo Orfini il 5 agosto alle 21. In attesa di definizione le date dei ministri Martina, Orlando, Poletti.

Oltre ai dibattiti, diverse le iniziative previste.

Ogni sera sarà attivo uno spazio gestito dai consiglieri regionali per incontrare i cittadini e consegnare materiale informativo sulle attività della legislatura. Un infopoint sarà dedicato al referendum costituzionale.

A tutti gli esponenti politici che interverranno verrà chiesto di sottoscrivere un appello rivolto ai capi di stato e di governo europei per un’Europa che si mantenga luogo di scambio, pace e accoglienza e che non retroceda rispetto all’acquis di Schengen.

Quella di Santomato è una storica festa della Toscana, che ospita due spazi per dibattiti, due bar e tre aree ristorante interamente gestiti da volontari, una libreria con un programma di presentazioni e presenze di autori, uno spazio ballo e spettacoli e uno per concerti gestito da “Santomato Live”. Gli organizzatori hanno pensato anche alle famiglie. I genitori interessati a seguire i dibattiti potranno lasciare i bambini nello spazio allestito all’ingresso con animazione e due operatori fissi.

Tra le curiosità, la tombola serale in cui, ad estrarre i numeri, saranno sera per sera, un parlamentare o un sindaco e la tradizionale ruota gestita dai Giovani Democratici. E anche quest’anno la festa di Santomato organizza per la 43esima edizione la corsa ciclistica amatoriale più antica d’Italia.

La Festa sarà anche “social”. Saranno trasmessi in diretta i dibattiti, oltre a interviste sul tema del referendum tra il pubblico e dagli stand con i volontari e saranno raccolte dai social network domande da rivolgere agli esponenti politici presenti ogni sera. Infine è previsto il concorso fotografico #Inlibertàdemocratica, con la pubblicazione degli scatti della Festa e la premiazione ogni settimana di quello che avrà riscosso il maggior numero di “like”.

“Abbiamo avuto modo di conoscere la passione dei volontari di questa Festa e la sua lunga e bella storia. Il clima che si respira qui e nelle centinaia di Feste della nostra regione è motivo di orgoglio e anche un modello per la vita del partito e per noi che abbiamo l’onore e la responsabilità di esserne dirigenti. La politica, dai ministri agli amministratori, va nei territori, incontra i militanti e i cittadini nei loro paesi, nelle loro città. E un grande esempio è il lavoro che faranno ogni sera le centinaia di volontarie e volontari con l’unico obiettivo della buona riuscita delle feste, tutti uniti e tutti insieme, con dedizione e spirito di servizio. Anche noi, come loro, dobbiamo prenderci questo impegno: lavorare tutti insieme al di là delle peculiarità di ciascuno per migliorare i nostri territori, la nostra Toscana e la nostra Italia. Lo faremo a partire dal referendum di ottobre, per confermare una riforma che renderà lo Stato più moderno, l’approvazione delle leggi più veloce, che ridurrà i costi della politica tagliando poltrone, stipendi ed enti. Una riforma attesa e promessa da decenni e che adesso può davvero andare in porto” ha commentato questa mattina in conferenza stampa il segretario del PD toscano, Dario Parrini.

“La Festa dell’Unità toscana di quest’anno si staglia in una fase del Paese davvero importante e decisiva. Con il voto del referendum costituzionale, in autunno, l’Italia dimostrerà all’Europa e all’occidente se sarà finalmente capace di garantire la stabilità – faticosamente raggiunta grazie all’attuale Governo – e di autoriformarsi. Un passaggio non banale e tutt’altro che scontato, ma che richiede un impegno straordinario da parte di tutti i militanti del Partito Democratico e delle migliori forze della nostra società. Le iniziative ed i momenti di dibattito della Festa dovranno servire per spiegare nel merito la svolta reale che questa riforma rappresenta per l’intero Paese e, soprattutto, per le giovani generazioni e per quelle che dovranno ancora venire” ha aggiunto Riccardo Trallori, segretario provinciale del Pd di Pistoia.

“Il Circolo di Santomato è diventato ormai da anni il luogo della discussione politica, quest’anno siamo diventati Festa regionale e ringrazio il segretario Parrini, a nome di tutti, per aver accolto con coraggio la nostra proposta. Fare la festa PD regionale 2016 presso un Circolo è un segnale importante perché, oggi più che mai, occorre spostarsi nelle periferie per raggiungere più persone possibile, renderle partecipi delle scelte e del confronto che in una festa si rende possibile. Non ci sarà solo dibattito politico, ma anche eventi di vario tipo, che allieteranno le serate a Santomato, ed un’ottima cucina. Inoltre abbiamo pensato anche ad un’attività Social #inrete, proprio per lo scopo appena detto, quello della maggiore divulgazione dei contenuti e interazione con i cittadini. Tanti saranno i volontari anche quest’anno che si sono messi a disposizione e che occorre ringraziare” ha detto Marco Giacomelli, segretario del circolo Pd di Santomato e responsabile organizzazione della Festa.

————————————

PROGRAMMA FESTA REGIONALE DELL’UNITA’ TOSCANA 2016
SANTOMATO, PISTOIA (15 LUGLIO – 7 AGOSTO) (in aggiornamento)

venerdì 15 luglio 2016 Riccardo Nocentini, segreteria regionale Pd, Giacomo Mangoni, vicepresidente Provincia di Pistoia e coordinatore ANCI Giovani Toscana, Raffaele Marras, segretario regionale Giovani Democratici. ORE 21
domenica 17 luglio 2016 Antonello Giacomelli, Sottosegretario dello Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni. ORE 21
lunedì 18 luglio 2016 Marco Minniti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti e Andrea Manciulli, deputato PD e presidente delegazione Italiana Assemblea Parlamentare NATO. ORE 21
martedì 19 luglio 2016 Eugenio Giani, presidente consiglio regionale Toscana, Massimiliano Irrati, arbitro, Marco Remaschi, assessore regionale. ORE 21
mercoledì 20 luglio 2016 Enrico Rossi, presidente Regione Toscana. ORE 21
giovedì 21 luglio 2016 Samuele Bertinelli, sindaco Pistoia e Monica Barni, vicepresidente Regione Toscana. ORE 21
venerdì 22 luglio 2016 Angelo Rughetti,sottosegretario alla pubblica amministrazione, Giacomo Bugliani, presidente commissione affari istituzionali Regione Toscana, Vittorio Bugli, assessore regionale alla presidenza, riforme istituzionali e federalismo. ORE 21
sabato 23 luglio 2016 Matteo Biffoni, sindaco Prato e presidente Anci Toscana, Davide Galimberti, sindaco Varese. ORE 18.15
Dario Parrini, segretario PD Toscana. ORE 21

domenica 24 luglio 2016 Nicola Danti, eurodeputato, Donato Montibello, vicesegretario Pd Toscana, Silvia Velo, sottosegretario all’ambiente. ORE 21
lunedì 25 luglio 2016 Pierluigi Bersani, deputato PD. ORE 18.30
martedì 26 luglio 2016 Simona Bonafè, eurodeputata, Leonardo Marras, capogruppo Pd Consiglio regionale, Federica Fratoni, assessore regionale ambiente e difesa del suolo. ORE 21
mercoledì 27 luglio 2016 Stefano Ciuoffo, assessore al turismo Toscana, Gianni Anselmi, presidente commissione sviluppo economico Regione Toscana, Marco Niccolai, consigliere regionale PD. ORE 21
giovedì 28 luglio 2016 Vannino Chiti, senatore Pd, Stefano Bruzzesi, responsabile enti locali Pd Toscana ORE 21
venerdì 29 luglio 2016 Enrico Morando, viceministro economia e finanze, Filippo Taddei, responsabile economico PD, Edoardo Fanucci, deputato Pd, vicepresidente commissione bilancio. ORE 21
sabato 30 luglio 2016 Stefania Giannini, ministro istruzione, università, ricerca, Cristina Grieco, assessore regionale istruzione, formazione, lavoro. ORE 21
domenica 31 luglio 2016 Andrea Marcucci, senatore Pd, presidente VII commissione, Stefano Pizzorno, avvocato dello Stato. Introduce e coordina Enrico Casini, presidente assemblea Pd Toscana. ORE 21
lunedì 1 agosto 2016 Filippo Fossati, deputato PD, Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale infrastrutture e trasporti, Stefano Baccelli, presidente quarta commissione Regione Toscana – ORE 21
martedì 2 agosto 2016 Luca Lotti, sottosegretario presidenza del Consiglio, Massimo Baldi, consigliere regionale PD, Caterina Bini, deputata Pd. ORE 21
mercoledì 3 agosto 2016 Federico Gelli, deputato Pd presidente commissione parlamentare accoglienza e condizioni migranti, Stefania Saccardi, assessore regionale alla salute, Stefano Scaramelli, presidente commissione sanità Regione Toscana. ORE 21
giovedì 4 agosto 2016 Dario Franceschini, ministro beni culturali e turismo. ORE 21
venerdì 5 agosto 2016 Matteo Orfini, presidente PD, Luca Sani, deputato PD presidente commissione agricoltura Camera, Rinaldo Vanni, presidente Provincia Pistoia. ORE 21
sabato 6 agosto 2016 Debora Serracchiani, vicesegretaria PD, Antonio Mazzeo, vicesegretario vicario Pd Toscana, Riccardo Trallori, segretario provinciale Pd Pistoia. ORE 21
domenica 7 agosto 2016 Maria Elena Boschi, ministro per le riforme e i rapporti con il Parlamento. ORE 21