526945_142491679210506_748788701_nPISTOIA – Ultimamente ci è stato chiesto più volte di esprimerci sulla situazione politica del Comune di San Marcello, e non intendiamo, come Partito Democratico, tirarci indietro. Silvia Cormio è stata eletta in elezioni svoltesi neanche due anni fa direttamente dai cittadini di San Marcello, e la sua Giunta ha il diritto ed il dovere di governare. Al termine del mandato saranno i cittadini ad esprimere il loro giudizio dato che sono loro i primi a dare e a togliere la fiducia agli amministratori pubblici. Il Pd mantiene l’impegno preso con i cittadini al momento delle elezioni, continuando a sostenere lealmente l’Amministrazione Comunale ed il programma con cui essa si è presentata.

Vogliamo dire ai promotori di questa campagna incessante contro il Sindaco, che le elezioni sono finte ed è ora di rassegnarsi al responso che i cittadini di San Marcello hanno manifestato con il loro voto. Inoltre i cittadini sapranno giudicare a dovere anche chi vuole alimentare una campagna elettorale permanente prendendo a pretesto le reali e forti preoccupazioni dei cittadini della Montagna senza però indicare alcun tipo di risposta concreta. Il leale confronto e la naturale critica impone di misurarsi sui problemi concreti indicando possibili soluzioni. Chi critica ed ha avuto responsabilità di governo in passato dovrebbe interrogarsi sul suo operato, visto che nel 2012 i cittadini di San Marcello hanno scelto un cambiamento forte dando fiducia ad una squadra di amministratori in gran parte rinnovata.

Rispetto ai temi della sanità in montagna e la riorganizzazione del Presidio di San Marcello, un anno fa l’Asl ha preso impegni chiari con gli enti locali del territorio rispetto ad una valorizzazione di alcuni funzioni ed al potenziamento della sanità territoriale. Dopo un anno da quella riorganizzazione è opportuno fare una valutazione completa e compiuta sulla validità di questa esperienza, aperti ad ogni possibile soluzione qualora si verificasse che la riorganizzazione non ha raggiunto i risultati attesi. La vicenda della mensa dimostra che le amministrazioni locali sono aperte a cambiamenti e interazioni che però non facciano venir meno altre funzioni nella nostra montagna.




Marco Niccolai – segretario provinciale

Walter Tripi – responsabile enti locali