Le ultime novità relative alla vicenda della Mas lasciano veramente amareggiati.

L’atteggiamento del curatore fallimentare Ferlito, nel suo fermo rifiuto alla richiesta di proroga della cassa integrazione, appare fortemente immotivato.

Mantenere ancora collegati i destini dei lavoratori a quelli dello stabilimento, in vista di una possibile nuova destinazione produttiva, sarebbe stata una scelta lungimirante ed è incomprensibile che il curatore non abbia voluto attendere neanche i tre mesi che mancano alla procedura d’incanto per verificare se fosse percorribile tale ipotesi, che poteva permettere il possibile reinserimento di molti lavoratori.

Sono feste natalizie sicuramente più tristi non solo per i 96 lavoratori, che dal 1° gennaio saranno licenziati, e per le loro famiglie ma, con loro, per tutta la nostra comunità. Ai lavoratori va la solidarietà del Pd pistoiese, che continuerà a seguire con grande attenzione la vicenda Mas. Si apre adesso una fase difficile e siamo sicuri che le Istituzioni locali, anche questa volta, non faranno mancare il loro fattivo sostegno.

Marco Niccolai

Segretario provinciale Pd Pistoia