ansaldo_breda_pdPISTOIA – Un’Assemblea comunale tematica su AnsaldoBreda ed un ordine del giorno approvato all’unanimità. Così l’Unione Comunale del Partito Democratico di Pistoia, stimolando una discussione che ha coinvolto tutto il PD fino al livello regionale, ha preso ufficialmente posizione sulle vicende legate alla principale realtà industriale del nostro territorio. E lo ha fatto dimostrando grande compattezza e unità d’intenti. In un’Assemblea molto partecipata -tra componenti effettivi ed invitati attorno ad un centinaio di persone hanno preso parte all’evento-, alla presenza del Sindaco Bertinelli, della Presidente della Provincia Fratoni e di numerosi sindacalisti del nostro territorio, il Partito ha dato luogo ad un confronto molto franco sul futuro dell’azienda. Dagli interventi, ed in linea con il contenuto dell’o.d.g., è emersa la richiesta forte e chiara di un pronunciamento del Partito nazionale ma, soprattutto, del nuovo Governo presieduto da Matteo Renzi, rispetto alle prospettive di politica industriale del Paese e del settore ferrotranviario. Il documento approvato fotografa la compattezza dell’intero territorio -cittadini, forze politiche, istituzioni ed organizzazioni sindacali- di fronte all’orizzonte di un risanamento dell’azienda per il cui conseguimento siamo disposti a discutere laicamente, senza alcun intento difensivo finanche ad immaginare alternative alla permanenza in Finmeccanica, purché ciò non significhi un disimpegno del Paese da un asset strategico come il ferrotranviario. All’Assemblea hanno preso parte, oltre al Segretario comunale Alessandro Giovannelli, anche i Segretari del Circolo AnsaldoBreda, Enrico Baldi, e provinciale, Marco Niccolai. Non erano presenti per impegni parlamentari, ma hanno comunque testimoniato la loro presenza a fianco dei lavoratori e la condivisione dell’iniziativa, i Deputati del territorio e il Segretario regionale, anche lui occupato alla Camera, Dario Parrini. Ma il dato politico fondamentale è che, senza voti contrari o di astensione, è stato approvato un documento che, fin dalle firme dei promotori, dà in pieno il senso della forte unitarietà conseguita dal PD locale su un tema di così grande rilevanza per Pistoia e per la Toscana intera. Ecco il testo integrale:


O.D.G. SU ANSALDOBREDA


CONSIDERATO CHE:

– AnsaldoBreda è la principale azienda italiana del settore ferrotranviario ed occupa oltre 2400 dipendenti in quattro stabilimenti: Pistoia, Napoli, Reggio Calabria e Palermo;

– con le molte centinaia di persone e le diffuse professionalità che impiega nella nostra città, e con un vasto indotto ad essa legato, rappresenta la più rilevante realtà industriale del territorio pistoiese;

– la Fabbrica rappresenta un elemento identitario imprescindibile per la nostra città, della quale ha segnato indelebilmente la storia recente.

 PREMESSO CHE:

– i rendiconti gestionali evidenziano, anno dopo anno, perduranti difficoltà dell’azienda derivanti da una politica manageriale da parte di Finmeccanica fallimentare e scarsamente lungimirante;

– le dichiarazioni dell’AD di Finmeccanica, Alessandro Pansa, nei confronti di AnsaldoBreda, molto pesanti nei toni, segnalano la mancanza di interesse da parte della holding ad investire nel settore civile, e la scelta di concentrare i propri sforzi in maniera esclusiva sui settori aerospaziale e difesa.

RITENUTO CHE:

– di tale mancanza di interesse si debba prendere atto, sforzandoci fin da subito ad immaginare alternative alla permanenza di AnsaldoBreda in Finmeccanica, purché ciò non significhi un disimpegno del Paese da un asset strategico come il settore ferrotranviario.

CONSIDERATO INOLTRE CHE:

– ovunque, nel mondo, il settore ferrotranviario va rapidamente espandendosi;

– un nuovo modello di sviluppo, che tenga nel dovuto conto il rispetto per l’ambiente nel quale viviamo, non può che incentrarsi su sistemi di mobilità eco-sostenibile;

– il nostro territorio necessita di rapidi adeguamenti infrastrutturali e che le Amministrazioni comunali di Pistoia e Lucca stanno promuovendo una mobilitazione istituzionale finalizzata alla realizzazione del raddoppio ferroviario della linea Firenze-Viareggio, per troppi decenni rinviata;

– sul nostro Appennino –con partenza da Pistoia– insiste la presenza di una linea ferroviaria storica di grande pregio, la Porrettana, che 150 anni fa contribuiva in modo determinante ad unire l’Italia, a dimostrazione di una antica “vocazione” del nostro territorio al trasporto ferroviario oltre che alla produzione di materiali rotabili.

 TENUTO CONTO CHE:

– nel novembre del 2013, il Consiglio comunale di Pistoia ha approvato all’unanimità un ordine del giorno nel quale viene ribadito l’interesse dell’intero territorio pistoiese a confrontarsi su serie proposte di rilancio industriale dell’azienda;

– il 17 gennaio 2014 il Circolo PD AnsaldoBreda, in rappresentanza di oltre 130 lavoratori dell’azienda, iscritti e non iscritti al nostro Partito, ha inviato una lettera al Segretario nazionale Matteo Renzi chiedendogli un interessamento diretto.

 EVIDENZIATO INFINE CHE:


– il territorio pistoiese tutto –istituzioni, cittadini, organizzazioni sindacali, economiche e politiche, in sintonia con la Regione Toscana– intende fornire il proprio contributo ad un confronto laico, senza preclusioni né intenti difensivi, nella consapevolezza che il perdurare dell’attuale stato delle cose rischierebbe di compromettere irrimediabilmente le capacità produttive dell’azienda.

L’UNIONE COMUNALE DEL PARTITO DEMOCRATICO DI PISTOIA E IL CIRCOLO ANSALDOBREDA, I RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI DEL TERRITORIO PISTOIESE, ASSIEME AL COORDINAMENTO PROVINCIALE E ALL’UNIONE REGIONALE TOSCANA

CHIEDONO:

 – Al PD nazionale una presa in carico della vertenza AnsaldoBreda, sollecitando il Governo alla definizione di una strategia industriale che tenga conto della centralità del settore ferrotranviario come indispensabile volano per lo sviluppo e per la promozione di avanzate politiche di rilancio industriale del Paese all’insegna dell’eco-sostenibilità;

– al Governo nazionale (1) di esprimersi circa la volontà del nostro Paese di investire nel settore ferrotranviario e di pronunciare parole univoche e di chiarezza, mancate in passato, rispetto alla strategicità del settore; (2) di istituire un tavolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che coinvolga le istituzioni locali, le organizzazioni sindacali ed economiche, finalizzato ad un confronto sulle strategie di rilancio di AnsaldoBreda.


IL SEGRETARIO REGIONALE – On. Dario Parrini

IL SEGRETARIO DEL CIRCOLO PD ANSALDOBREDA – Enrico Baldi

IL SEGRETARIO PROVINCIALE – Marco Niccolai

IL SEGRETARIO COMUNALE – Alessandro Giovannelli

IL SINDACO DI PISTOIA – Samuele Bertinelli

LA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA – Federica Fratoni

PARLAMENTARE – On. Caterina Bini

PARLAMENTARE – On. Edoardo Fanucci

CONSIGLIERE REGIONALE – Aldo Morelli

CONSIGLIERE REGIONALE – Gianfranco Venturi