Stiamo seguendo con attenzione il dibattito che è scaturito in questi ultimi giorni sulle tematiche relative alle cure psichiatriche nel nostro territorio, un confronto che, più sottotraccia, si sta svolgendo da diverso tempo.
Non è questa la sede per entrare in merito alle scelte mediche, né abbiamo titolo o competenza a farlo.  Riteniamo che su esse debbano pronunciarsi la comunità scientifica e gli operatori, a maggior ragione quando si tratta di affrontare una situazione così delicata come l’esperienza di una malattia mentale. Un tema complesso, che vede coesistere tanti aspetti da tutelare al proprio interno, come la necessita’ di non creare esclusioni e di dare supporto alle famiglie ed in particolare di garantire la sicurezza dei pazienti e degli operatori sanitari.
La malattia mentale segna nel profondo non solo chi ne è affetto ma anche le rispettive famiglie, chiama tutti gli operatori che con loro si rapportano ogni giorno ad avere non solo conoscenze scientifiche ma anche una buona dose di umanità, ancor più necessaria in questi casi. La positiva esperienza di varie associazioni che affrontano i temi della salute mentale nel nostro territorio segnala appunto che, oltre a garantire un servizio, è essenziale una forte rete sociale circostante. Proprio per questo serve una forte coesione tra tutti questi soggetti, in una compiuta “alleanza terapeutica” con al centro il paziente.
Il dibattito di questi giorni ha messo in luce divergenze fra questi operatori, divergenze che potranno tuttavia essere di stimolo per un miglioramento della loro azione, con indubbi vantaggi per la cura dei pazienti. Per questo siamo sicuri che la nostra Azienda Sanitaria saprà affrontare e portare a sintesi questo dibattito, offrendo a tutti occasioni di ascolto e confronto affinché questa necessaria coesione tra i soggetti, che a vario titolo cooperano per affrontare i temi della salute mentale, possa rafforzarsi e non affievolirsi, perché ne andrebbe della qualità di un servizio essenziale per la nostra sanità ma più in generale per il nostro tessuto sociale, dove vogliamo che nessuno resti solo.

Marco Niccolai, segretario provinciale Pd Pistoia
Riccardo Trallori, coordinatore segreteria provinciale Pd Pistoia